Indicazioni utili

Modalità di raccolta e conservazione dei campioni biologici

Batteriologia

Informazioni generali
La raccolta dei campioni rappresenta un momento determinante per il corretto isolamento dei microrganismi responsabili delle varie infezioni.
Per qualunque tipo di campione da esaminare devono essere tenute in considerazione le seguenti regole: Il campione deve essere prelevato in contenitori sterili e dispositivi che permettano la sopravvivenza dei microrganismi
Deve essere prelevato prima della somministrazione di antibiotici
Per campioni raccolti non in Laboratorio questi devono essere consegnati entro 2 ore dalla raccolta o se non possibile, conservati a 2-8° per non oltre 24 ore.
Per i campioni raccolti mediante tamponi questi devono essere con terreno di trasporto (Amies o Stuart).

Apparato Respiratorio

Tampone faringeo
si richiede al paziente di aprire bene la bocca e dire ahhh. Si introduce un tampone nella parte posteriore della faringe, lo si strofina sulla mucosa dietro l'ugola e tra i pilastri tonsillari.
Tampone nasale
dopo avere inumidito la punta di un tampone con fisiologica sterile lo si introduce in un a narice. Si strofina avanti e indietro lungo il setto nasale, quindi si ritira il tampone.
Espettorato
Dopo avere inumidito la punta di un tampone con fisiologica sterile lo si introduce in un a narice. Si strofina avanti e indietro lungo il setto nasale, quindi si ritira il tampone.
Raccogliere l’espettorato in un recipiente sterile acquistabile in farmacia.
Se presente, rimuovere la dentiera, lavare con gargarismi la bocca. È preferibile il primo campione del mattino.
Se il campione è più simile alla saliva che all’espettorato, questi dovrà essere scartato, cercando di ottenerne un’altro.
In soggetti incapaci di raccogliere l'espettorato per mancanza del riflesso della tosse si consiglia la somministrazione di mucolitici o espettoranti nei due giorni precedenti l'esame.

Tratto urinario

Urinocoltura
L'urina deve essere raccolta in un contenitore sterile a bocca larga.
E' consigliabile effettuare l'esame sulla prima urina del mattino seguendo la tecnica del "mitto medio":

  • lavare accuratamente gli organi genitali
  • scartare il primo getto di urina
  • raccogliere l'urina direttamente nel contenitore evitando di toccarlo con le dita nella parte interna
  • scartare l'ultimo getto. Il campione deve essere consegnato in Laboratorio entro 2 ore o, se non possibile, conservato in frigo per non oltre 24 ore.

Apparato gastrointestinale

Coprocoltura
Le feci devono essere raccolte in contenitore sterile nella quantità di una nocciola.
E' consigliabile non essere in terapia antibiotica.
Il campione deve essere consegnato al più presto possibile e comunque non oltre 24 ore se conservato in frigo a 2-8°c.
I batteri routinariamente cercati sono:

  • Salmonella
  • Shigelle
  • Campylobacter
  • Stafilococco
    Su richiesta specifica possono essere cercati:
  • Candida
  • Rotavirus
  • Helicobacter Pylori
Esami parassitologici
Si devono raccogliere in contenitore sterile le feci nella quantità di una nocciola.
I campioni devono essere consegnati in Laboratorio non oltre 2 ore dalla raccolta.
Qualora non sia possibile è necessario chiedere al Laboratorio un contenitore con formalina al 10% nel quale saranno poi raccolte le feci.
Scotch tape test
Si deve fare aderire alla apertura anale una striscia di scotch trasparente.
Tale striscia sarà poi fatta aderire ad un vetrino fornito dal Laboratorio o richiuso su sé stesso e consegnato in Laboratorio. L'esame deve essere esguito al mattino e prima di lavarsi.
Ricerca sangue occulto
Si deve raccogliere un campione di feci della quantità di una nocciola in un contenitore sterile.
Il campione va consegnato al Laboratorio entro 24 ore conservandolo a 2-8°C.
Non è necessaria nessun tipo di dieta particolare.

Apparato genito urinario maschile

Tampone uretrale
Il prelievo deve essere effettuato su paziente che non abbia urinato da almeno 3 ore, e abbia terminato eventuali terapie antibiotiche da almeno una settimana.
Il prelievo si effettua con un tampone sterile, che previa detersione del glande e del meato urinario esterno, viene inserito nel canale uretrale per almeno 2 cm.
Il tampone va poi inserito nell'apposito terreno di trasporto. Qualora venga portato al Laboratorio già raccolto, non devono essere superate le 24 ore dalla esecuzione al momento della consegna.
Nel tampone uretrale possono essere cercati i seguenti microrganismi:

  • Neisseria gonorrhoeae
  • Gardnerella Vaginalis
  • Streptococchi
  • Miceti
  • Coliformi
  • Ureoplasma e micoplasma
  • Clamydia trachomatis
Spermiogramma
  • Il paziente deve aver terminato eventuali terapie antibiotiche da almeno una settimana;
  • il campione di liquido seminale deve essere raccolto dopo un periodo di astinenza sessuale di non meno di 3 giorni e non più di 5 giorni;
  • la raccolta del campione deve essere effettuata in laboratorio o presso la propria abitazione in tal caso il campione dovrà essere consegnato entro 1 ora;
  • il campione dovrà essere ottenuto per masturbazione e raccolto in un contenitore sterile dall'apertura sufficientemente larga;
  • durante il trasporto in laboratorio, il campione seminale dovrebbe essere mantenuto tra i 20°C e i 37°C;
  • il campione del liquido seminale deve essere raccolto completamente.
Spermiocoltura
  • Il paziente dovrà prima urinare e quindi lavare ed asciugare accuratamente mani e genitali con sapone per ridurre il rischio di contaminazione del campione biologico con organismi commensali dell'epidermide prima di eseguire la raccolta nel contenitore sterile;
  • Nella Spermiocoltura i microrganismi che possono essere ricercati sono gli stessi del tampone uretrale.
Ricerca Clamydia
Ricerca Ureoplasma e Micoplasma

Apparato genito urinario femminile

Tampone vaginale
Il prelievo va eseguito da fornice posteriore vaginale mediante tampone sterile. Il tampone va poi inserito nell'apposito terreno di trasporto.Qualora venga portato al Laboratorio già raccolto, non devono essere superate le 24 ore dalla esecuzione al momento della consegna.
La paziente dovrebbe avere cessato eventuali terapie antibiotiche da almeno 1 settimana.
Il tampone andrebbe accompagnato da una specifica scheda anamnestica . (da richiedere in Laboratorio). I microrganismi che possono essere ricercati sono:
  • Neisseria gonorrhoeae
  • Gardnerella Vaginalis
  • Streptococchi
  • Miceti
  • Coliformi
  • Ureoplasma e micoplasma
  • Clamydia trachomatis
  • Trichomonas vaginalis

E' sempre consigliabile avere un secondo tampone per potere allestire un vetrino a fresco per la ricerca di Trichomonas vaginalis.

Tampone uretrale
La paziente deve avere terminato eventuali terapie antibiotiche da almeno 1 settimana.
Non essere in periodo mestruale.
Non avere urinato da almeno 3 ore. Il prelievo si effettua con un tampone sterile, che previa detersione del meato urinario esterno, viene inserito nel canale uretrale per almeno 2 cm.
Il tampone va poi inserito nell'apposito terreno di trasporto. Qualora venga portato al Laboratorio già raccolto, non devono essere superate le 24 ore dalla esecuzione al momento della consegna. I microrganismi che possono essere ricercati sono:

  • Neisseria gonorrhoeae
  • Gardnerella Vaginalis
  • Streptococchi
  • Miceti
  • Coliformi
  • Ureoplasma e micoplasma
  • Clamydia trachomatis
Tampone cervicale
Il prelievo va eseguito a livello endocervicale. Il tampone va poi inserito nell'apposito terreno di trasporto.
Qualora venga portato al Laboratorio già raccolto, non devono essere superate le 24 ore dalla esecuzione al momento della consegna. La paziente dovrebbe avere cessato eventuali terapie antibiotiche da almeno 1 settimana. Il tampone andrebbe accompagnato da una specifica scheda anamnestica . (da richiedere in Laboratorio) I microrganismi che possono essere cercati sono:

  • Clamydia Trachomatis
  • Ureoplasma e micoplasma
Ricerca Clamydia Trachomatis
Ricerca Ureoplama e Micoplasma
Ricerca Trichomonas

Altri esami

Ricerca di miceti
Modalità di prelievo:
Cute: detergere l'area con acqua distillata sterile, prelevare le squame cutanee con una pinza sterile e lasciarle cadere in una piastra Petri di Sabouroud.
Unghie: prelevare frammenti di unghie con forbicine sterili e lasciarle cadere in una piastra Petri di Sabouroud.
Peli: eseguire il prelievo con delle pinzette e lasciarli cadere in una piastra Petri di Sabouroud.
Mucose: utilizzare i normali tamponi sterili.
Ricerca del parasita malarico
Il campione deve essere sangue prelevato da vena periferica durante l'accesso febbrile e conservato in EDTA. I vetrini devono essere allestiti entro 2 ore dal prelievo.
Goccia spessa: si prepara depositando una goccia di sangue su un vetrino, che deve essere allargato con movimenti circolari.
Lasciare asciugare senza fissare.
Eseguire la colorazione Striscio sottile: si prepara un normale striscio di sangue fissato con metanolo e colorato.
Prelievi ematici
Vanno eseguiti su pazienti a digiuno. Si applica un laccio emostatico sopra l'avambraccio, si disinfetta la parte e si esegue il prelievo.
Solo per le determinazioni sieroimmunologiche e tossicologiche non è indispensabile il digiuno.
Per la chimica clinica, la sieroimmunologia ed i dosaggi ormonali vanno usate provette senza anticoagulante (tappo rosso )
Per la ves va usata la provetta con sodio citrato (tappo nero)
Per la coagulazione vanno usate provette con sodio citrato (tappo Azzurro)
Per l'emocromo, i reticolociti, i gruppi sanguigni , l'emoglobina glicosilata vanno usate provette con EDTA (tappo rosa)
Per il piombo e le mappe cromosomiche vanno usate provette con eparina (tappo blue )
Per le intolleranze alimentare vanno usate provette con eparina (tappo blue)
La quantità minima di sangue da prelevare in caso di difficoltà di prelievo è di mezza provetta per siero e emocromo per una routine normale.
I prelievi eseguiti fuori dal Laboratorio devono essere trasportati in Laboratorio entro e non oltre 2 ore. PER I PRELIEVI EMATICI É RICHIESTO IL DIGIUNO
É accettato la mancanza di digiuno solo per esami strettamente immunologici.

 

65 anni