Asportazione di angiocheratoma
 

Asportazione di angiocheratoma

E’ un’alterazione cutanea di origine vascolare a comportamento benigno. L’origine è legata alla dilatazione di piccoli vasi localizzati a livello del derma: l’epidermide  di rivestimento" lascia trasparire il colore rosso o blu - violetto del sangue contenuto negli spazi vascolari dilatati.

Gli angiocheratomi possono essere solitari o diffusi. Le sedi prevalentemente interessate sono: dita delle mani e dei piedi, regione scrotale e vulvare, arti. Talvolta i pazienti ricordano un episodio traumatico in corrispondenza delle aree sede delle lesioni. Angiocheratomi multipli compaiono molto spesso a livello scrotale e sulle grandi labbra soprattutto negli adulti di mezza età e negli anziani. Sono possibili anche forme diffuse con prevalente interessamento del tronco.

Il percorso clinico-terapeutico proposto prevede una valutazione specialistica, eventualmente affiancata da un esame microscopico estemporaneo con dermatoscopio  convenzionale o digitale. Nei casi dubbi, l’approfondimento diagnostico prevede una biopsia seguita da opportuno esame istologico.

E’ possibile eliminare questo tipo di lesioni mediante specifici ineterventi di chirurgia dermatologica (ad es., elettrodessicazione e curettage, fotovaporizzazione laser CO2).

65 anni